Taxi Roma I tassinari romani sono una piaga

Perchè c’è sempre traffico a Roma? Perchè non si trova parcheggio? Perchè l’aria è irrespirabile?

Molte delle colpe sono dei tassinari romani e delle loro tariffe (le più alte d’Europa, i peggiori d’Europa).

Ovviamente faccio di tutta l’erba un fascio (sic) poi ci sono e conosco tassinari precisi, tassinari che pagano l’affitto della macchina, poveri cristi ecc. ma il 95% restante costituisce un flagello per questa città.

I taxi a Roma

Sono loro causa di parecchi dei mali di Roma e della diversità/invivibilità di Roma dal resto d’Europa.

Non voglio parlare poi delle continue “rapine” ai danni di turisti ignari a cui vengono fatti pagare prezzi folli per una corsa in taxi o di come vanno abbigliati o della loro violenza e arroganza alla guida.

A Roma, è un dato di fatto che devi avere la macchina (io non la ho, uso la bici il bus e il car sharing, ma mi rendo conto di essere una rarità insieme a qualche altro/a ciclista e fanatici del mezzo pubblico) se vuoi uscire la sera, se pensi di finire oltre il coprifuoco delle 23: 30 mezzanotte fine servizio pubblico bus/metro quando rimangono solo i notturni… allora non ti rimane che prendere la macchina (imbarcarti nel traffico e cercare un parcheggio, per me ciclista impresa inconcepibile) dato che i taxi costano tanto, ma oltretutto se tu fossi disposto a spendere sappi che sono anche molto pochi, sempre perché i tassisti non vogliono nuove licenze, ossia concorrenza, ossia fine della rendita, fine della possibilità di vendere una licenza (data dal Comune non loro proprietà) a decine di migliaia di Euro (anche 100 / 200.000).

Così vai in macchina perdi ore a cercare parcheggio, la metti sui marciapiedi, sulle strisce, in doppia fila e poi torni a casa stanco/a oppure vedi le cronache… ubriaco/a, addormentato/a, strafatto/a certo la colpa è tua ma la colpa è anche la loro perché quando sei andato/a all’estero hai usato il taxi per uscire la sera e non è costato chissà che e non hai dovuto aspettare ore.

Ma come lavorano i tassisti di Roma?
L’altro giorno passavo a Largo di Torre Argentina c’erano 30 taxi fermi con capannelli di tassinari che chiacchieravano, chi ascoltava la radio ecc. e così è a Termini Via Veneto Fiumicino e Ciampino.

Ormai hanno delle tariffe cosi alte che con due o tre corse al giorno hanno fatto la giornata e il resto del tempo lo possono passare a chiacchierare, leggere il Corriere dello Sport e telefonare alle varie radio romane per parlare di Totti o di Lotito.

Negli altri paesi il tassinaro è, come è normale che sia, un mestiere che fa l’immigrato appena arrivato o comunque che può fare chiunque con qualche ora di formazione (due già son tante).
Qui a Roma invece è una casta che non si riesce, e non si ha il coraggio di sconfiggere.
Che certamente vive bene, e su questo non ci sarebbe niente di male, ma fa vivere male milioni di persone.

A proposito avete mai provato uno di quei sistemi di navigazione GPS tipo TOM TOM?
Vi rendete conto che chiunque può fare il tassinaro?

Personalmente ho lavorato parecchio come Pony con i recapiti urgenti, il lavoro è simile, ma più difficile… non basta arrivare davanti al portone devi poi trovare la scala, l’interno, l’ufficio, la persona ecc. ebbene in quel lavoro c’è libero mercato è pieno di ditte che si fanno concorrenza, il servizio costa poco e per guadagnarti la giornata devi fare un sacco di corse, altro che stare fermo al parcheggio di Termini ad aspettare la corsa che ti farà fare la giornata.

E non lo dico perché adesso i tassinari votano tutti Alemanno o perchè un taxi ha ucciso una ciclista un paio di mesi fa, prima i taxi erano tutti “comunisti” e questo forse ha fatto si che i loro privilegi non venissero toccati, oggi però la città è peggio di sempre e la situazione va risolta… ricopriamoli d’oro e diamogli una enorme buon’uscita e chiudiamo questo capitolo liberiamo Roma dall’essere ostaggio dei tassinari.

A proposito per Alemanno i taxi di New York sono peggio di quelli di Roma… incredibile ma vero del resto che deve dire hanno fatto tanto per eleggerlo visto che la giunta di centro sinistra timidamente voleva cambiare qualcosa.

Per finire con una risata leggete sullo sportello della macchina: Alemanno sindaco VOGLIO UNA CITTÀ SENZA TRAFFICO

95 thoughts on “Taxi Roma I tassinari romani sono una piaga”

  1. Incredibile come anch’io, passando dalle parti di Torre Argentina, mi sia soffermata a riflettere proprio sullo stesso argomento. E’ una realtà che, ad esser sincera, conosco assai poco, ma da ciò che mi viene presentato percepisco nella tua stessa maniera. Riflettevo sugli eventuali costi implicati nel mantenimento di un taxi, o, genericamente, nell’accamodomento degli eventuali aspetti che garantiscono la professione, e mi son chiesta quanto fosse il guadagno netto. Quanto, effettivamente, potrebbe essere un mezzo da sfruttare al massimo, per combattere traffico ed inquinamento (invece di prendere ognuno la propria macchina per andare a lavoro, riempiendo ognuno il proprio serbatoio una/due volte la settimana, si parte tutti insieme da un punto e ci si reca sul posto di lavoro con lo stesso taxi. Tariffa divisa, ovviamente). Ho riflettuto sul fatto che le mie colleghe dell’università, studentesse fuori sede, preferiscono tornare a casa relativamente presto la sera, per non dover incorrere nelle tariffe galattiche di un percorso in taxi.
    Non so se una volta fosse diverso (in vita mia ho preso due volte il taxi, e tutte e due le volte ero in capitali europee diverse da Roma), ma so che adesso come adesso è un servizio oneroso e quasi inutile (provocazione?). Sicuramente non c’è rapporto qualità/prezzo.

    1. Oltre che pezzi di merda questi tassinari rubano e non vengono mai coinvolti in assurdità fatte con il tassametro. Voglio dire a tutti questi ladri/politici di andare affanculo loro e tutti gli antenati che, saranno stati peggio di loro…magnoni di merda e che renzi schiattasse mentre mangia panettone e pandoro con i nostri soldi…tassinari, penso che un giorno di questi chi vi spacca la testa lo trovate!!!!!

      1. Cambiate lavoro e comprate casa coi soldi della licenza, tanto che piangete miseria per uno stipendio da operaio….non avete rispetto di un cazzo, neanche per le persone anziane in macchina, o a piedi. Fate schifo……massimo nicoletti esquilino se volete sapere di me… politici ladri, ma nessuno in galera.. case da milioni di euro prese a due spiccioletti… vergognatevi.. specialmente renzi, che dovrebbe ascoltare il cittadino romano invece di decidere per conto suo, o di chi…VERGOGNATEVI!!!!!

  2. Veramente riduttivo da parte sua addossare i problemi relegati a traffico e mobilità alla categoria dei tassisti…
    Anzitutto lei sta facendo disinformazione asserendo che i taxi a Roma sono i più cari d’ Europa…
    Con quale imprudenza afferma in modo così superficiale una cosa del genere ?
    Probabilmente lei, e molti come lei, non sono a conoscenza del recente rapporto stilato dalle USB ( unione banche svizzere ) che in quanto a tariffe taxi in Europa, prendendo
    a parametro un percorso medio di 5 kilometri, pone Roma addirittura al diciassettesimo posto della graduatoria, in quanto a costi tempo-kilometrici…
    Ma come si permette di infangare questa categoria con le sue false affermazioni ?
    Avere il diritto di esprimere la propria opinione può andar bene, ma non altrettanto fare disinformazione attaverso la pubblicazione di menzogne !!!
    O forse lei appartiene alle solite e faziose associazioni di consumatori che recentemente hanno messo in risalto tali
    dati tanto per fare demagogia, cercando di mettere in cattiva luce la categoria dei tassisti ?
    Per non parlare del fatto che afferma che ci sono pochi taxi, dopo le 2500 licenze veltroniane, e ritengo altamente irritanti le sue sconcertanti conclusioni sul benessere dei tassisti, dopo questo inopportuno aumento di licenze, che ha provocato, insieme alla crisi economica, danni irreparabili all’ intera categoria..
    Sa cos’è la cosa che più mi infastidisce ?
    Che in un contesto di libertà di espressione, dobbiamo essere costretti a leggere anche le false e paradossali affermazioni di gente come lei…

  3. per admistrator..
    tu sei in malafede e ti dovrebbero carcerare per quello che dici
    stiamo facendo la fame ai parcheggi per colpa anche di quelli come te che per propaganda ci hanno massacrato e non contenti continuano a sparare sulla “croce rossa”. se lo vuoi sapere siamo alla frutta stiamo piangendo ai parcheggi e tu che dici ?
    con due o tre corse facciamo la giornata..? ma va a a cagare…. buffone

    1. Mi fammi ridere tutti questi sparloni che continuano ad infangare la categoria dei tassisti,gente che non sa niente riguardo al settore problematiche ,abusivismo e tanto altro.sapete voi sparloni che appena accendi la macchina per iniziare il turno lavorativo stai a 60/70 euro di spese fisse,e devi andare a lavorare anche quando stai male altrimenti le spese ti uccidono.il tutto questo per guadagnare uno stipendio da operaio e niente più.fare i conti in tasca ai tassisti dal di fuori e facile bravi bravi

  4. Io sono in buonafede, non ho interessi, non ho associazioni, ma vorrei vivere in una città più a misura d’uomo.

    Meno di una settimana fa un mio amico mi ha proposto di pensare a dargli una mano con il suo taxi (sto lavorando ad altro adesso ed ho rifiutato). Dico questo per dire che conosco benissimo la situazione dei taxi, del traffico di Roma e dei problemi dei suoi abitanti.

    Ribadisco che per garantire la categoria dei tassinari e tenerli fuori dal mercato si tiene in ostaggio una città.

    Ricordo che nel 2006 (decreto Bersani sulle liberalizzazioni) i tassinari romani hanno bloccato il centro di Roma senza che “lo stato” reagisse e che alla fine dopo lunga trattativa il decreto stesso ha solo minimamente sbloccato il rilascio di licenze CHE ERANO FERME DA DIECI ANNI!!!

    Resta comunque il fatto che se domani mattina mi serve un taxi per avere la certezza lo devo prenotare. Si lavora insomma in regime garantito

    Quanto volete per cambiare questa situazione… vi sono stati proposte licenze in più, prepensionamenti, indennità, ma non mollate l’osso, non volete altri taxi in giro, anche io non vorrei altri programmatori in giro ma invece ci sono, ogni giorno di più e non c’è nessun numero chiuso a proteggermi.

    1. Salve caro giornalista male informato o non volutamente informato mi chiamo Giovanni cara sono un tassista e la prego di venire una settimana col mio taxi in giro per Roma per vedere di persona in quali situazioni lavoriamo !!!!!! Prima di parlare un giornalista serio dovrebbe sincerarsi delle cose che dice e prendersi le proprie responsabilità !!! Io chiederò personalmente al sindacato dei tassisti di fargli causa per queste sue affermazioni false !!!!!

    2. con due o tre corse fanno la giornata, il resto del tempo lo passano a chiacchierare ??
      su ogni passaggio di licenza si pagano le tasse, alla fine conviene la compravendita, conviene allo stato che intasca tasse su tasse
      vergognati ciarlatano

  5. Sei patetico administrator, ammetti almeno di aver fatto una figuraccia e che sei solo un bla-bla-bla che non sa ciò che dice.
    Inoltre non sei in buona fede, spari un mucchio di fesserie a caso senza informazione alcuna su un settore del quale non sei competente, e ti permetti di giudicare persone che bloccarono per un giorno il centro di Roma perchè avevano di fronte un dittatore che voleva portarli alla fame, e i fatti odierni dimostrano che i tassisti avevano ragione a contrastare i suoi folli piani, e che li ricattava per ottenere più consensi per il suo meschino tornaconto personale.
    Tu di questa categoria non sai NIENTE, sei solo il solito qualunquista disinformato che non riece a vedere oltre il dito che punta contro i tassisti romani.
    Sei veramente ridicolo !
    Fatti un bagno di umiltà e soprattutto astieniti dallo sparare stronzate e menzogne come hai fatto in questo tuo stupido blog !!!

  6. ok non facciamo bla bla bla

    tenete in ostaggio la mobilità di Roma o no?

    in tutta Europa nei quartieri dove ci sono i locali (a Roma potrebbero essere Trastevere S. Lorenzo Testaccio ecc.) ci sono decine di cab che per pochi euro ti portano a casa evitandoti ricerca dei parcheggi e guida da ubriachi
    a Roma ci sono?
    per colpa di chi?

    avete ostacolato anche il servizio di taxi risciò (rickshaw) a pedali tra colosseo e piazza del popolo, temendo che venissero date nuove licenze… poi noi che ci lamentiamo di questo SERVIZIO PUBBLICO in ostaggio saremmo patetici?

    gli interessi della cittadinanza sono contrapposti a questo servizio Taxi e voi state cosi’ bene in questa condizione, che però annienta il resto della mobilità di Roma, che per quante offerte generose vi facciano per cambiare rifiutate e rifiuterete sempre

    e a quanto pare non ci possiamo nemmeno lamentare e dobbiamo dire che va tutto bene?

  7. Se il tuo problema è quello di trovare qualcuno che ti porta a casa dopo che ti sei ubriacato nei pub, e non vuoi chiamare un taxi perchè ti senti rapinato, esiste un servizio con dei conducenti che vengono a prenderti con un motorino pieghevole da riporre nel portabagagli della tua auto, ti accompagna a casa guidando la tua auto, e così risolvi il tuo problema…
    Non sapevi che esistesse ?
    Te l’ ho già detto che è meglio tacere se si è disinformati…
    Tra l’ altro proporrò, per quelli come te, servizi di ” portaspalla ”, attraverso i quali potraì spendere anche meno..
    Tu credi che sia giusto pagare un taxi come un biglietto di autobus e metro, vero ?
    Ma questo non è possibile poichè, mentre il trasporto collettivo è finanziato con denaro pubblico, la stessa cosa non avviene con i taxi che hanno le spese di gestione tutte a loro carico…
    Se hai un minimo di intelligenza dovresti capirlo…
    Essendo un servizio alternativo e di trasporto individuale, nessuno ti obbliga a servirtene, e se i trasporti collettivi sono assenti dopo una certa ora serale, non è certo colpa dei tassisti, ma del comune che non li garantisce.
    Inoltre non teniamo in ostaggio nessuno, anzi siamo stati noi ad essere oggetto di ostaggi e ricatti da parte del precedente sindaco, che ci impose di fatto 2500 licenze in più, e non capisco con quale coraggio ci vieni a dire che siamo pochi, ma non vedi i posteggi sempre pieni di taxi ?
    Capisco che per te sia motivo di goduria vederci ridotti alla fame, grazie anche a quelli come te, che hanno sempre fatto propaganda contro questa categoria…
    Ti auguro inoltre che per il tuo lavoro di programmatore ci siano in futuro extracomunitari che lo facciano alla metà del costo per cui tu lo fai, in modo che tu possa essere ridotto alla fame, come auspichi per noi l’ avvento di extracomunitari, e allora si che ci faremo un sacco di belle risate !

    1. Precisazione: i taxi dati da Veltroni erano: all’inizio 300-150 poi dopo che avete rifiutato di mettere il G.p.s. altre 1000 date assegnate arbitrariamente alla sola graduatoria per soli titoli; dopo di chè date altre 500 provocate da un mio ricorso al T.a.r. alla fine erano divise come dicevo io in proporzione come ad inizio bando= 1300-650 totale 1950 e non 2500.
      Per la cronaca io ho vinto il concorso del 2005 ma sono stato escluso per il possesso della sola quinta elementare invece della terza media.Sono tuttora in causa con il Comune di Roma.

  8. Alternative vere e praticabili al bus notturno, non il motorino pieghevole che va bene per il vostro bla bla bla e per farci i trafiletti su Il Messaggero… io sto parlando del fatto che la gente la macchina manco deve avere il bisogno di comprarsela.

    E’ chiaro questo… Roma è una delle città se non la prima come percentuale di auto per abitante NEL MONDO!!!

    E’ inutile cercare di offendere ad ogni riga ma da qui trapela la arroganza e la violenza che vi contraddistingue negli ultimi anni, prima non era così.

    Comunque non sono un alcolizzato ma volevo discutere di una evidenza ossia miagliaia di giovani che la notte girano in auto ubriachi (più o meno) che potrebbero essere fruitori di un servizio cab se questo non fosse letteralmente proibito dalla categoria dei tassinari

    Per quanto riguarda il volervi vedere ridotti alla fame me ne guardo bene ma se ne guarda bene anche chi ha voluto provare aliberalizzare e vi ha fatto proposte molto generose. La questione è che state bene così e volete andare avanti così aggrappandovi a questa assurda situazione e cercando di trasmettere tutto ciò ai vostri figli.

    Per me, ma anche per Bersani e Veltroni all’epoca ci si trova davanti ad una anomalia che hanno provato a risolvere sistemando chi ha il taxi adesso e magari ha comprato una licenza a 100 / 200 milioni (illegale come vendersi una casa popolare) ma tant’è… si effettuava un rimborso, vi si regalava una ulteriore licenza… ma vi siete rifiutati. Avete rifiutato anche il controllo satellitare del Comune per cercare di capire quanti Taxi sono in circolazione perchè vi ledeva la privacy… vabbe’ continuate con la vostra scelta di poche corse e tariffe alte anche se per i cittadini è un danno.

    Per quanto sta ai programmatori è da un pezzo che gran parte del lavoro viene fatto in India o in Est Europa e non si guadagna più bene malgrado gli anni di studio e le competenze.

    Le competenze… non guardare il tom tom e sentirsi Marione

  9. Seguo questo dibattito dall’inizio e mi permetto di intervenire: dico che è bello leggere la tipica complicità dell’italliano medio, in cui si augura il bene del prossimo per l’evoluzione del proprio Bel Paese. Bello il sostegno che l’uno dà all’altro nel completo rispetto dei minimi termini garantiti allo scambio umano.
    Ciò che vedo emergere, oltre a delle critiche che, cazzo!, sono più che legittime (come assolutamente legittima è la tua volontà di rettificare, per altro), solo un astio giustificato dalla frustrazione per una professione che, evidentemente, non soddisfa appieno ed un continuo salire sopra ad un pulpito.
    E, al solito, si caricano di responsabilità vecchie amministrazioni ed immigrati, con la volontà piuttosto malcelata di giustificare la propria categoria la quale, che tu lo voglia ammettere o no, ha delle responsabilità – o siete tutti degli stinchi di santo?
    (E smettiamola di inventare servizi che, davvero, servon solo a gonfiare il petto davanti a gornalisti)

  10. ma siete una corporazione ben attaccata ai privilegi a voi riservati ….

    se ci fossero gli aiuti statali ci sarebbero (forse! visto il governo a sto punto non ci metterei la mano sul fuoco) taxi pubblici a prezzi accessibili ….

    e sono d’accordo con il commento qui sopra .. basta con le trovate pubblicitarie ! perchè se vado in inghilterra, in francia e ogni altro paese europeo posso prendere un taxi e qua no????? senza andare a trovarmi servizi nascosti

    bah

  11. Wè, come dire…parlare al vento.
    Caro Luca sei caduto in fallo anche stavolta, non è affatto illegale ” vendere ” una licenza taxi…
    Al contrario, lo Stato riconosce e inquadra nel passaggio da un titolare all’ altro, la cosidetta ” Cessione d ‘ Impresa ”, ma tu sei troppo ignorante e prevenuto per saperlo, e che lo Stato dalla stessa cessione, incassa poi il 30-40%.
    Vedi, tu oltre ad essere un ridicolo buffone da circo, sei soprattutto un criminale a cui andrebbe tolta immediatamente la parola, perchè tendenzioso ad alimentare invidia ed odio nei confronti dei tassisti.
    Il fatto che il primo imbecille possa aprire un blog e sputare sentenze, oltre che falsità e menzogne, la dice lunga sul diritto di espressione delle proprie idee…
    Sei soltanto un poveraccio invidioso che gode delle precarie condizioni dei tassisti, un frustrato che si appella alle ” competenze ” senza neanche sapere quali titoli occorrono per svolgere questa professione, dichiarando meschinamente che bastano ” due o tre ore di addestramento ” per poterlo svolgere… IGNORANTE !!!
    Sai quanti come te ho messo a tacere su innumerevoli blog e forum dei vari giornali on line ?
    Sei veramente penoso…
    Un consiglio ? Taci per sempre se non vuoi che qualcuno meno paziente di me cominci ad insultarti di brutto !!!

  12. Amico tassinaro perchè mi devi insultare?

    Sulla mobilità di Roma e sul fatto che a Roma costringete tutti ad avere una macchina non rispondete.

    Voi state benissimo con la vostra nicchia di clienti benestanti o rimborsati per lavoro, più i turisti (che salassate senza pudore) e cercate di difendere questo status quo.

    Non me ne fregherebbe niente se non che per difendere questa vostra condizione tutti noi dobbiamo vivere in una città soffocata dallo smog e dalle automobili.

    p.s.: per la vendita licenze dato che era una cosa del passato ho scritto 100/200 milioni (LIRE pre 2002)

    Per quanto riguarda le competenze dai che serve?
    … il CAP e la patente B, la macchina bianca a quattro sportelli la scritta sul tetto la radio (con Marione) e il tassametro, lo stradario o il Tom Tom 🙂

  13. perchè sul resto non rispondi?

    sei capace solo ad attaccare e pensi che gli altri siano invidiosi ma sei tu che dimostri così l’attaccamento alla tua corporazione e ai privilegi che vi spettano.

    siete dei ladri e parlo per esperienza personale!

    ma non vi do la colpa! la colpa è di chi ha avallato questo status di chi vi da ascolto di chi vi fa parlare….. di chi non permette che esistano dei taxi accessibili a tutte e tutti!

    1. Perché non metti nome e cognome tuo e ti prendi la responsabilità delle cazzate enormi che dici ??!!!! Io mi chiamo Giovanni cara e tu ??!!! Hai il coraggio di mettere il tuo nome e cognome ??!!! Penso proprio di no !!!!!! Vigliacco e menzognero

  14. Insultarti io ? ahahaahaah, evidentemente quelli cattivi ancora non sono arrivati…
    Devo ricredermi su di te, non sei un cretino qualsiasi, ma un pazzo scatenato, un alcoolizzato che esprime tutti i suoi limiti soprattutto dietro una tastiera ( stai attento all’ alcool test quando guidi ). Allora, parli di vendita illegale di licenze e vorresti giustificarti dicendo che ti riferisci agli anni addietro, ma era legale anche allora.
    Poi quando addossi a noi la responsabilità di costringere gli altri ad avere una macchina, sono affermazioni da psicopatico, da clinica pschiatrica, nella quale dovresti essere internato a vita natural durante, gettando naturalmente le chiavi nel primo tombino che capita…
    Inoltre sei tu che non rispondi e non hai argomenti validi per controbattere le mie deduzioni, dimostrando evidente difficoltà…
    Per le competenze, e tanto per cambiare non ne sai un granchè, oltre il k2a e la patente b occorre l’ iscrizione al ruolo, in cui dovrai sostenere un altro esame…
    Il k2a inoltre è un esame tosto che ti invito a superare con la disinvoltura che ti caratterizza…
    Nel successivo, dovrai invece dimostrare di ben conoscere la topografia della città, ministeri, ambasciate, consolati, musei, servizi di ogni genere, monumenti, stazioni ferroviarie, ospedali, cliniche, percorsi, lingue e quant’ altro possa servire per espletare una vera e propria PROFESSIONE nell’ ambito di una città come Roma…
    In questo caso il tuo tom-tom, puoi dartelo anche in faccia, se non dimostri di avere COMPETENZE nel settore…
    Inoltre MOLTI tassisti, sono anche bravi meccanici, e in caso di guasto della loro vettura di lieve entità, sono in grado di ripararla sul posto per non lasciare il cliente in mezzo alla strada….
    E queste non sono competenze ?
    Tu saresti in grado di superare queste prove ?
    Fallo allora, e dimostra a te stesso che sei un potenziale ” tassinaro ”, magari bastano solo un paio d’ ore in giro per la città, no ?
    Dico, ma ti leggi dopo aver scritto tutte le tue stronzate in evidente stato di alterazione psichica ?
    Vai a disintossicarti che è meglio, và !

    PS Non sono tuo amico.

  15. Tre anni di Lavoro alla Speedy Boys… secondo te lo supero l’esame sulla topografia?🙂

    Comunque della sfida tra me (e la serie di insulti che continui a ripetermi) e iltassinaro non mi interessa anche se questo vostro millantare professionalità è abbastanza ridicolo, proprio leggendo quello che hai scritto sopra.

    Nessuno vi vuole togliere il lavoro anzi ve lo vorremmo dare con la formula più corse a prezzi più bassi, certo ci sarebbe da lavorare di più… però se davvero non vi piace troverete qualcos’altro di più consono alle vostre professionalità. Opinonisti alle radio di pallone e quant’altro avete imparato in questi anni in attesa ai posteggi.

  16. Vedo che da bravo lazialotto insisti nel parlare e rosicare sui cugini romanisti…
    E’ una tua prerogativa e non voglio togliertela,
    ognuno si realizza come può, ad esempio a parlare continuamente di pallone come fai tu, ed a fare il pony express ( ahahahahahahahahah ), MA SAPESSI COM’ è RIDUTTIVO PER LA tua INTELLIGENZA ARGOMENTARE SUL PALLONE…
    Dal mio canto mi realizzo in diversi altri modi, ad esempio come insegnante di teoria presso le autoscuole e come musicista…
    D’ altronde un povero pony express come te in cosa si può realizzare ?
    Facendo l’ informatico ? Secondo me guadagni meno di noi, nonostante abbiamo poco lavoro, e rosichi perchè non ti va giù la differenza….
    Piuttosto che parlare dei cugini e di marione, pensa piuttosto alla tua laziE che sta per andare in serie B, esattamente come te…

  17. Vabbe di mobilità e trasporto pubblico non ti interessa argomentare a me interessava quella parte ma mi pare che l’abbiamo sviluppata almeno per quel che mi interessava.

    Per quanto riguarda l’essere io tifoso della Lazio lo considero alla stregua degli altri insulti di questa discussione

    Certo socorrendo i post in homepage quello intitolato Lode a te Claudio Ranieri avrebbe potuto farti ricredere https://lucaskill.wordpress.com/2010/02/01/lode-a-te-claudio-ranieri/

    Comunque la sostanza è che volete fare i liberi professionisti senza rischio d’impresa. Le garanzie se le accolla la città con grave danno per la mobilità e l’ambiente.😦

  18. sei un povero frustrato … vatte a fa vedè ma da uno bravo!

    Se vede che a forza de sentivve i padroni della strada poi ve escono da quella bocca solo insulti…anche nella vita privata

    ma facce er piacere de sparì che stai a fa solo una figuraccia qui!

    a.

  19. ho trovato in rete, come immaginavo dei siti di turismo che mettono in guardia contro le indecorose maggiorazioni dei prezzi praticate frequentemente ai turisti.

    Su un sito c’è uno strumento, utile anche al cittadino romano, che calcola la tariffa.

    E’ abbastanza preciso il sito è questo: http://wanderingitaly.com/a/rome-taxis.html

    Purtroppo la premessa non onora la nostra città:

    Lots of tourists report being ripped off by cabs they find near Termini. Below is a widget that can help you find the expected fare from an official taxi in Rome.
    😦

  20. Bè, anche ti piace allargare il problema, su questo devo darti ragione…
    Ci sono delle bande di tassisti, dei veri delinquenti, che fanno del loro lavoro la sistematica truffa a danno dei turisti…
    Prima erano a Fiumicino al molo B, prevaricando i colleghi onesti, minacciandoli e picchiandoli anche, per convincerli meglio a farsi i fatti propri.
    Poi la banda di Ciampino, che nonostante i cambiamenti all’ aeroporto ancora sono lì a tentare di spennare i turisti.
    Poi quelli del Terminal Giolitti, di San Pietro e via Marsala.
    Credi che non sappia quanto fango hanno tirato addosso a questa categoria a causa di questi bastardi ?
    Più di una volta ho denunciato le loro malefatte sui vari forum, e il resto della categoria li tiene giustamente a distanza.
    Questo malcostume è ben chiaro ad Alemanno che sta cercando le soluzioni più idonee per isolare tali personaggi.
    Però non tutti siamo così, ed è sbagliato generalizzare dicendo che i tassisti sono ladri.
    Recentemente il vice sindaco Cutrufo ha premiato in Campidoglio due tassisti che si sono distinti per aver riconsegnato, uno a dei turisti giapponesi, 3000 euro, computer ed altro dimenticati in taxi, e l’ altro per un fatto analogo.
    Il fatto è che fà più notizia la truffa del tassista, che non un suo atto lodevole, ecco perchè se ne parla poco…

  21. Inoltre ricorda, per la precisione, che le truffe ai danni dei turisti giapponesi, come specifica bene l’ Agenzia per il turismo giapponese, sono sporte in maggior parte da turisti truffati da TAXI ABUSIVI…
    Puoi controllare.

    1. Anche da parte dei taxisti abusivi quando lavoravo in strada con le consegne ne ho viste di scene tristi soprattuto con persone anziane spaventate, una vergogna.
      Per abusivo non intendiamo, immagino, NCC, ma propriamente gente con macchina senza contrassegni e niente che “adesca” clienti alle stazioni ecc. almeno le scene che ho visto erano con questi soggetti. Che però non dovrebbero esistere e non avrebbero nemmeno ritorno economico se la politica di gestione del servizio fosse diversa.

      Comunque il tassinaro (vero e regolare) che fece la sola al Vicesindaco Cutrufo per una volta che voleva verificare il funzionamento del servizio taxi-aereoporti con giornalisti al seguito (in incognito) è stata devastante.

      http://www.noitassisti.com/node/1545

      Cutrufo, che in questi giorni fa le veci di Gianni Alemanno, aveva deciso di travestirsi da turista per un giorno, in compagnia di una sua assistente e di un cronista del Messaggero, per toccare con mano l’accoglienza riservata a chi arriva nella Capitale per passare qualche giorno di vacanza. Prende il taxi da Ciampino fino alla fermata della metropolitana di via Cavour e, correttamente, l’autista non aziona il tassametro: c’è la tariffa fissa, 30 euro dal “Pastine” al centro storico, anche se non è segnalata in alcun modo nella vettura. La sorpresa arriva, però, a destinazione: l’assistente mette mano al portafogli e tira fuori una banconota da cento euro, ottenendone come resto una da 50. Alla richiesta di spiegazioni, arriva l’incredibile domanda del tassista: «Perché, quant’è la tariffa dall’aeroporto?». Inutile sottolineare che qualsiasi passeggero meno esperto, turisti in primis, avrebbe speso ben più del dovuto.

      Se quindi alla politica di poche corse / prezzi alti si aggiunge una percentuale non irrilevante di tassisti disonesti si torna al quadro iniziale che descrivevo… un servizio utilizzabile perlopiù da persone molto benestanti, uomini d’affari e altra gente che ha il rimborso aziendale e turisti (spesso trattati come polli da spennare). Il grosso della popolazione è costretto quindi ad avere un proprio mezzo di trasporto.

  22. Io credo che pensare di avere in giro solo taxi, senza bisogno che il cittadino abbia una macchina è pura utopia…
    Come puoi pensare che il mercato dell’ automobile e suoi indotti possano sopravvivere di fronte ad un sistema del genere ? ( lo hai detto tu che noi costringiamo il cittadino a possedere un ‘ auto, e auspichi solo taxi e niente macchine ).
    Questo non è razionalmente possibile che si realizzi, pensa al fallimento del mercato automobilistico, migliaia di operai licenziati, e così crisi ancora più accentuata…
    Tra l’ altro, forse non per te e pochi altri, possedere e usare la propria auto è indice di libertà, di soddisfazione personale, di autonomia, uno status-simbol vero e proprio al quale pochi rinuncerebbero , poichè il fatto di possedere un mezzo e poterlo gestire a proprio piacimento, è un diritto al quale pochi saprebbero rinunciare, anche se ci fossero più taxi in giro a prezzi più contenuti.
    Poi, a parte il fatto dei tassisti scorretti, che ci sono, e non vediamo l’ ora che vengano espulsi da questa categoria, ci tenevo a precisare che per contenere i costi del taxi si possono adottare alcuni accorgimenti ; ad es. prenderli ai posteggi, senza chiamare il radio-taxi, e già si possono risparmiare dai 2 ai 7 euro, che non è poco…
    Le corse in centro sono economiche con circa 5 euro puoi cavartela, e se la macchina è piena, si spende poco più di un biglietto d’ autobus…
    Per cui, come vedi, non sono così alte queste tariffe.
    Da p.za Fiume a p.za Talenti ( periferia ) la scorsa settimana il cliente ha speso 11 euro…
    Ti sembra forse un salasso ?
    Considera che erano in 4 e hanno speso a testa 2.75 a testa…
    Come vedi, si può viaggiare comodi, e con i dovuti accorgimenti spendere in maniera contenuta.
    Certo, poi se a volte dobbiamo fare i conti col traffico infernale e la carenza di corsie preferenziali, il discorso cambia, ma non certo per colpa dei tassisti, giusto ?
    Inoltre, non so se ne sei al corrente ma siamo circa 8000, e il fatto che vedi i posteggi sempre pieni lo conferma appieno, per cui non dire che siamo pochi e che costiamo troppo, rifletti sulle considerazioni che ho appena esposto.

  23. Certamente non penso si possano eliminare del tutto le auto private (ma quanto si vivrebbe meglio) quel che voglio dire è cercare di ridurre l’abnorme numero di auto private in circolazione a Roma.

    Per fare questo occorre riorganizzare la mobilità della città.
    I tassisti difatto si sono opposti a qualsiasi tentativo di riorganizzazione della mobilità cittadina perchè stanno bene così, questo è evidente.

    Detto questo ci sono e ci sono state amministrazioni incapaci. Incapaci di avere un piano serio per la mobilità, incapaci di fare scelte, incapaci di farle rispettare.

    La situazione attuale non va bene, la città è soffocata e l’immagine del tassinaro è quella che è… la gente ha paura di salire sul taxi per via delle continue sole.

    Il prezzo è comunque abbastanza alto e la disponibilità è quella che è (necessità di prenotazione, lunghe attese nelle ore di punta).
    Anche l’esempio che mi fai Fiume-Talenti concorrenziale con il mezzo pubblico ma in 4, in un tratto quasi tutto sulla preferenziale. Se avessero dovuto andare a Monteverde o alla Balduina (più o meno alla stessa distanza) non avrebbero pagato lo stesso prezzo

    Per quanto riguarda corsie preferenziali e tutto quel che è possibile io sono d’accordo, se ci mettiamo pure una ciclabile accanto sono contento pure io.
    Invece Alemanno cosa sta proponendo: che i motocicli possano transitare sulle preferenziali… le centinaia di migliaia di motocicli di Roma… paura!!!

    http://www.noitassisti.com/?q=node/1549

    TAXI-TRUFFA, IL MESSAGGERO: «ORA TOCCA A SUOR PAOLA»
    27 agosto, 2008 «Centodieci euro per una corsa in taxi da Grotte Celoni a Bravetta. Trentasei chilometri netti, secondo l’itinerario consigliato dai navigatori satellitari comunemente utilizzato sulle auto, passando sul grande raccordo anulare per 21 chilometri. Chilometri, peraltro, percorsi in pieno giorno, quasi interamente nella zona ‘tariffa 1′ (che include anche il Gra) e in una giornata (sabato 23) in cui il traffico cittadino a Roma era praticamente inesistente …
    Dopo aver chiamato un taxi della cooperativa 3570 per spostarsi da una sede all’altra della rete assistenziale di suor Paola, si è trovata alla fine del tragitto davanti all’esorbitante richiesta di 110 euro. Alle incertezze della donna che voleva chiamare qualcuno per chiarire meglio la questione, il tassista le avrebbe risposto: ‘Meglio che paghi subito, altrimenti il tassametro corre e arriva a 130 euro…

  24. Sul discorso delle moto sulle preferenziali apri una porta aperta, non sono minimamente d’ accordo su questa proposta del vicesindaco Cutrufo.
    Noto in continuazione l’ indisciplina della maggior parte dei motorizzati a due ruote, la maggior parte guida in maniera scellerata senza rispetto per le regole e per gli utenti della strada…
    Già li immagino passare da una corsia all’altra, per superare i bus o taxi ai quali non vogliono stare dietro sulle già ristrette corsie preferenziali, che sono state create per aumentare la velocità di scorrimento dei mezzi pubblici, e non diminuirla intasandole anche con le moto.
    Occorre capire che tutti noi vorremmo vivere in una città senza caos, inquinamento, e stress continuo, ma purtroppo la nostra città è sempre stata malata, soprattutto per il traffico, vero virus da debellare.
    La nostra sfortuna è anche il fatto che molte parti della città sono antiche, e le strade non a misura di traffico odierno, come avviene invece in altre capitali europee.
    Poi, come dicevo, l’ abitudine di moltissimi automobilisti a spostarsi per poche centinaia di metri, intasando maggiormente la circolazione, nonchè la cattiva abitudine di lasciare impunemente le auto in doppia e tripla fila, consapevoli del fatto che vige l’ impunità per la loro inciviltà
    Credo che l’ ordine e la disciplina siano essenziali per far cambiare comportamento a certi tipi di automobilisti, ma se nessuno interviene per reprimere certe situazioni, cosa mai possiamo aspettarci ? Peggioramenti, non certo miglioramenti. Direi che a Roma occorre assumere qualche migliaio di vigli urbani, ma che facciano poi veramente il loro dovere sulle strade, e non imboscarsi negli uffici.
    Poi volevo farti capire che nei momenti di punta può essere a volte più difficile trovare subito il taxi, ma questo avviene dappertutto, in posta, in banca, uffici pubblici, ristoranti, cinema, ospedali, ed ancora altri servizi per il pubblico soggetti a richiesta della cittadinanza…
    Devi capire che i picchi di richiesta sono contrapposti a momenti di non richiesta.
    A nessuno piace attendere, e a volte , recandomi ad es. in posta, riesco a pagare un bollettino in 10 minuti, altre ci impiego un’ ora e mezza, purtroppo, e così se vai in pizzeria il sabato sera, ecc.
    Allora che fai, ti armi di santa pazienza e attendi il tuo turno…
    Poi bisogna augurarsi di non aver mai bisogno di recarsi presso un pronto soccorso, in quel caso…tanti auguri !

  25. ecco l’ultima ….

    http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=91573&sez=HOME_ROMA

    Si fa pagare 102 euro per una corsa da Ciampino a Roma: denunciato tassista
    ROMA (16 febbraio) – Un tassista di 61 anni è stato individuato e denunciato per truffa dalla Polizia di Frontiera di Ciampino per aver raddoppiato l’importo della corsa. Lo stratagemma è stato semplice:effettuata una corsa dall’aeroporto all’ospedale S. Andrea la tariffa si è trasformata da 51,80 (come da tassametro) a 102 euro. I clienti, residenti in Sardegna, hanno chiesto spiegazioni al tassista, sentendosi rispondere che il tragitto «era fuori le mura» e che quindi doveva essere corrisposto «il doppio» della cifra. I malcapitati, che stavano andando urgentemente in ospedale, hanno così pagato.

    tutto il mio disprezzo!

  26. Tutto il tuo disprezzo per chi ?
    Se parli del singolo truffatore che fa parte del solito gruppo che lavora a Ciampino, sono pienamente d’ accordo con te…
    Se invece ti riferisci all’ intera categoria, credo che non sia corretto generalizzare, anche perchè sarebbe da sciocchi, non credi ?
    Non è un giorno che la ” banda ” di Ciampino opera in modo indisturbato, coadiuvata pure dalla complicità di personaggi che all’ aeroporto dovrebbero svolgere il loro compito di controllo…
    E’ forse colpa dei tassisti onesti se non si riesce a sgominare questa banda di ladruncoli ?
    Perchè non gli hanno ancora tolto la licenza a questi personaggi, e magari messi pure in galera a rinfrescarsi le idee ?

  27. Ciao, devo dire che leggere il tuo articolo mi … ha fatto MOLTO PIACERE NON PUOI IMMAGINARE QUANTO.

    Io vivo a trastevere e lavoro a Parioli (piazza euclide), ho 23 anni e sono un fervente anti macchina, ed al lavoro ci vado o a piedi o in bicicletta, dipende.
    Ovviamente potrei prendere i mezzi (ancorché Parioli-trastevere siano collegate malissimo) ma non lo faccio per mancanza di fiducia, odio arrivare in ritardo e non posso confidare nei mezzi pubblici romani…

    ho avuto la fortuna di vivere in belgio francia e germania ed ovviamente non cè paragone…

    A me fa molto dispiacere dover dipendere anche la sera dagli altri, dai mezzi notturni(anche perché insomma di mezzi notturni a Roma… ) pero io sogno una città in cui la mobilità non sia un handicap ma una delle prime risorse.
    A Roma, capitale d’Italia, è semplicemente scandaloso che tu non ti possa muovere se non in macchina od in motorino (la cui assicurazione per uno della mia età è di 540 euro, mi sono informato l’altro giorno) con tutti i rischi che ne conseguono (anche il solo fatto di bere un bicchiere di troppo e farti levare la patente),,, cacchio ma un servizio notturno che magari dai luoghi della triste movida romana ti riportino in qualche posto più vicino a casa tua è così impensabile ?????

    Io mi domando, da dove proviene tutto ciò ? la storia ? la potenza di lobby (tassinari sono i peggio, mi dispiace ma ne salvo veramente pochi e solo perchè non mi piace generalizzare) o l’immobilismo burocratico politico che contraddistingue Roma ?

    E’ uno scandalo

  28. Si possono fare affermazioni varie e contradittorie sui “tassinari” romani ma mi sembra indubbio che si tratti di una categoria protetta e che l’attuale sistema sia in forte contraddizione sia col liberalismo occidentale sia con gli impegni europei che impongono la massima apertura del mercato.
    Le licenze e le concessioni pubbliche dovrebbero essere concesse a chiunque ne abbia i requisiti e non dovrebbe essere tollerato il principio del “chi c’è, c’è, chi non c’è s’arrangi”. Solo così si migliora il servizio e si abbassano i prezzi. Certamente, il problema non riguarda solo i tassisti, situazione analoga esiste, ad esempio, per le farmacie. Ma in quel caso la situazione è stata parzialmente risolta istituendo le “parafarmacie”. Forse anche per i taxi sarebbe opportuno pensare a qualche soluzione alternativa, ad esempio a navette private autorizzate ad effettuare tragitti predefinitio (Fiumicino- centro).

  29. I tassinari sono un “tappo ” per il turismo
    Ho sentito tante volte turisti straniei incazzati che spendono piu’
    per il taxi che per l’aereo.

    Luigino il contadino

  30. Grazie Luca per il tuo articolo.
    Hai espresso quello che pensano la maggior parte dei cittadini romani e dei turisti che vengono a Roma.
    A sentire Rafhangel, che probabilmente è un tassinaro e anche un troll (e chissà se è vero che è romanista), non è vero che a roma i taxi costano di più e si trovano meno che in tutte le altre grandi città europee.
    Purtroppo per lui però, ci siamo andati tutti, almeno una volta, a berlino, a madrid, a barcellona, a bruxelles, e tutti abbiamo preso il taxi in quelle città: ci si stupisce di quanto si trovino facilmente in qualsiasi parte della città e di quanto costi poco una corsa.
    Provate a cercare un taxi a centocelle, dopo le 23,00… fate meglio ad incamminarvi a piedi o ad aspettare il notturno perchè non verrà nessuno!

    CMQ io sono contento dello sciopero dei taxi: a Roma si vive meglio senza i tassinari in giro!😀
    grazie

  31. Grazie ai tassinari s’incrementa il turismo in Italia !!

    Per un turista che viene a visitare una citta’ d’arte gli costa
    piu’ il taxi che l’aereo .

  32. DOVE SONO I TASSINARI ROMANI ORA CHE CHE CON LA NEVE C’E ‘ BISOGNO DI SERVIZI PUBBLICI?

    ” NON HANNO LE CATENE , POVERINI ”

    GLI PRESTO 50 EURO PER COMPRARLE

    1. Ahime i tassinari romani si sono dimostrati ancora una volta una piaga. In una città che chiedeva professionisti pronti a muoversi con un po’ di neve abbiamo dovuto assistere alla scomparsa dei taxi con la sovratassa della beffa del loro rappresentante che dice alla TV: embè ma non hanno le catene
      (impossibile commentare senza ricorrere a parolacce) comunque questo è quanto quindi date ste cazzo di licenze a tutti gli immigrati perchè loro forse ci avrebbero provato ad uscire a fare qualche corsa
      V E R G O G N A ! ! !

  33. ma basta rompere le palle ai tassisti ma lo capite che il problema non è un povero cristiano che per uscire dalla miseria e dalla precarietà e fare una ‘vita’ migliore si fa i debiti per stare 10 ore al giorno al volante e magari guadagnare più di quando faceva l’operaio già perchè tassisti non si nasce prima di solito si faceva altro per campare…questa è solo invidia sociale e guerra tra miserabili…pazzesco sentire un precario magari della scuola invidiare un tassista…e odiarlo invece di ‘odiare’ un banchiere o un capitalista senza scrupoli….meglio prendersela con chi è alla portata…

  34. Sei un povero ebete. Il tuo livello di conoscenza dell’argomento e’ nullo. Di che parli testina di cazzo?? Taci e abbi il coraggio di firmarti

  35. ecco un altro imbecille, deficiente , ignorante . a coso brutto, ma non e’ che sei un ncc di fuori Roma?,……..se non lo sei perche allora non parli degli ncc?…….quelli romani sono solo 1150, quelli di fuori Roma 10000, non e’ che il traffico di Roma e’ colpa loro?, perche questi signori svolgono il loro lavoro a Roma e non nel comune che ha loro rilasciato la licenza?. a coso brutto, ma qualche volta lo accendi il cervello e te fai qualche domanda?. me sa de no. per accendere il cervello bisogna averlo , credo che la tua scatola cranica sia vuota. la lobby, la casta, ma lo sai di che stai parlando?, la licenza rilasciata dal comune?, vero, ma quale licenza e di quale attivita’ non viene rilasciata dal comune?, ma de che parli, ma che lavoro fai?. a coso brutto, non sparare su una categoria che non conosci, non dire stronzate, non mettere in cattiva luce una categoria che non viene aiutata da nessuno. taxi….servizio pubblico…. ma come servizio pubblico non dovrebbe avere un aiuto dal comune sui ricambi, gasolio,aiuti fiscali ecc ecc?…..a coso brutto, prima di parlare. stai una settimana intera coi tassisti e vivi la realta’…….

    1. per me di NCC ne possono mettere altri 20000 forse non hai capito bene il traffico a Roma c’e’ perche’ il servizio TAXI fa schifo

      comunque state bene cosi’ con le vostre fiancate con su la faccia di Giorgia Meloni

  36. non ho il coraggio di commentare….vieni tu a spingere la frizione miserabile,prima di sputare su un lavoro duro come il nostro,,si vede che tu il taxi a roma non l hai mai preso.o veramente hai dei problemi seri.vergogna

    1. oggi sono passato a Via Veneto (Via Boncompagni) c’erano i soliti trenta taxi in attesa. chi stava sull’IPAD, chi sulla radio, chi col corriere dello sport, chi a chiaccierare… in attesa della corsa.
      Mamma mia se stavano a ammazza de lavoro

  37. io faccio il tassita da 16 anni e mi sono comprato tre case a roma due al mare e una in montagana e ho in banca 500.000 euro!!!!
    a lucaskill: ma vatti a sparare!!!!

  38. disinformazione pura. a scrivere ste due idiozie è brava anche mia figlia di due anni….. a coloro che si sono soffermati a vedere il traffico causato a largo argentina, chiedo, se ne sono capaci, di soffermarsi ancora un attimo a pensare a quando veltroni ha aumentato le licenze di 2.500 unita su 5.000 già esistenti senza pensare ad un piano di ampliamento parcheggi. questo in concomitanza di un brusco calo del lavoro. ovviamente le auto sono ferme e non c’è posto…..mi piacerebbe farvi provare a lavorare 48 ore nelle nostre condizioni…ma siete solo un branco di idioti benpensanti…

    1. i tassinari la buttano sempre sull’insulto ma la questione è:

      in molte città europee e negli USA ecc. il tassinaro non e’ un lavoro “ambito” con licenze che si vendono a centinaia di migliaia di euro ma un lavoro di quelli che si fanno per iniziare… tipo benzinaio ecc. perchè appunto non richiede alcuna specializzazione ecc. vedi a NYC molti non sanno nemmeno l’inglese, sbarcano dalla nave e vanno a fare i tassinari.
      In Italia e soprattutto a Roma si è finiti nella spirale delle licenze e quello che dovrebbe essere un servizio pubblico pare sia finito in mano alla categoria che con ogni mezzo continua a sostenere questa impostazione con cui invece tutti gli altri esclusi forse farmacisti e notai. In più data la scarsità della risorsa a Roma girano i famosi NCC (noleggi con conducente) anche da altre città. Ovviamente i tassinari romani non li vogliono perchè fanno concorrenza e spesso si è arrivati a scontri fisici, pestaggi fino all’omicidio di Pasquale Leonardo nel 2006 [http://blog.libero.it/NCCNEWS/8863102.html]

      Per chi non la avesse chiara l’impostazione e’ questa: dare poche o se possibile nessuna licenza per mantenere un numero di corse che garantisca che ci siano pochi taxi nessuna liberalizzazione delle tariffe.

      Personalmente non me ne frega niente che i tassinari debbano essere costretti a non avere una garanzia salariale (certo che a nessun libero professionista è concesso di pretendere che ci siano solo un numero x di commercialisti o geometri o interpreti o grafici o quello che vi pare per garantire loro il salario).

      Ma sono contro il libero mercato quindi per quanto mi riguarda il problema è quanto questo impostazione sia devastante per la nostra città. Quanto questa impostazione sia nociva per la mobilità cittadino ed il servizio pubblico. Quanto questa impostazione costringa tutti i romani a possedere una automobile.
      Per quanto mi riguarda una soluzione sarebbe assumere tutti tramite Roma mobilità, come normali autisti ATAC (con contratti specifici) e finalmente fare un servizio più diffuso e disponibile.

      Rimanendo bloccati attualmente in questa situazione uno dei pochi modi per ovviare è rafforzare i servizi sostitutivi come bus e metro, servizio notturno di bus e metro e a roma il rafforzamento del car sharing e del bike sharing.

  39. Lucaskill sei il solito qualunquista che parla a vanvera…vieni a farti una giornata in taxi con me poi vediamo se ancora dici le stesse cose…invece di blaterare,vieni sul campo a vedere come davvero è la nostra realtá…

  40. Si si mobbing ma va…

    Aumentare il car sharing

    Aumentare il bike sharing

    Potenziare il servizio bus notturno

    Rivoluzionare completamente il servizio Taxi e farlo diventare un servizio di auto pubbliche diverso da quel che e’ diventato adesso ossia un servizio utilizzato esclusivamente da professionisti (che possono farsi rimborsare la corsa) e turisti / cittadini benestanti

    Decidete tassinari se volete fare i liberi professionisti accettate molte piu’ licenze e vi mettete sul mercato oppure diventate impiegati comunali e la facciamo finita

    Anche le cooperative per l’assistenza all’handicap o le scuole pubbliche sono ormai in regime di libera concorrenza… solo i tassinari resistono nella loro logica poche licenze = profitto garantito, peccato che la citta’ affonda sotto questo ricatto.

    1. Complimenti per le proposte ti consiglio di candidati a sindaco le tue idee sono veramente innovative bravo. Continua a sputar veleno sui tassisti sempre ignorando cosa le regolamenta è controlla!
      Non leggere solo topolino informati e ti consiglio un buon occultista visto che non noti i 6000 bus che accedono tutti i giorni al centro i 40.000 permessi per accedere in ztl 1 e i 12.000 autisti abusivi.
      Ma se ti sei imbattuto in questa crociata contro i tassisti avrai le tue buone ragioni sicuramente un tornaconto.

  41. Patetico, ma prima di postare rileggi cosa scrivi “oggi sono passato a via veneto (via boncompagni) e c’eRano i soliti 30 taxi in attesa” secondo te un tassista romano ladro disonesto etc etc perché starebbe fermo ore in attesa? Perché come dici tu gli bastano quelle 2/3 corse per fare la giornata!! Certo io secondo te preferisco stare in macchina senza fare niente piuttosto che stare a casa con la propria famiglia (orrore anche i tassisti hanno una famiglia e si RIPRODUCONO!!! ) mi rendo conto che a te fa piacere che noi rispondiamo a te perché è tutta pubblicità, parlatene male ma basta che ne parliate e quindi per te sarebbe la paura totale se nessuno ne parlasse. Purtroppo l’Italia va così mi commiato da te sperando di non sentire piu simili baggianate, magari informati prima oggi c’è un mezzo d’informazione chiamaro internet…….e magari un giorno sarai promosso da pony express a tassista p.s. Ma tu tutte le sere che esci ti ubriachi??? Alcolisti anonimi 800087897 chiamali te serve come il vino……Ops il pane!!!!!!

    1. Diciamo che quando dite che vi ammazzate del durissimo lavoro del tassinaro l’immagine poi non corrisponde con quel che effettivamente si vede. Ossia gente in attesa della propria corsa che nel frattempo sta sdraiata a sentirsi la radio. Insomma questa immagine del tassista che si ammazza di lavoro non regge. Tutto qua.
      Poi la consueta sequela di allusioni, insulti e deduzioni brillanti sulla pubblicità (di che cosa?) nemmeno la commento più.

  42. Risposta sintetica INFORMATI prima di sparare cazzate INTERNET ti dice qualcosa? Non seve per scrivere stronzate e andare su YOU PORN ma si vede che te questo riesci a fare. Patetico p.s ecco chi era quel matto l’altra notte ubriaco in sella alla bicicletta per San Lorenzo. (UMORISMO) La parola deriva dal latino ‘humorert-em’ o ‘umorert-rem’ (umidità, liquido), che si avvicina al greco ‘yg-ròs’ (bagnato, umido), e sembra quindi derivare il suo significato dalle teorie della medicina ippocratica, che attribuiva a dei fluidi (umori appunto) l’influenza sulla salute e l’indole degli uomini (fonte wikipedia) ricerche su internet vedi sopra!!!!!

    1. Quindi a Roma non c’è un problema di gente che non dovrebbe guidare in stato di ebbrezza la notte?

      Chiedete alla Polizia Stradale…

      Quindi un efficiente e conveniente servizio taxi / cab notturno non si potrebbe realizzare?

      Hanno aperto una marea di cornetterie notturne propriamente dedicate ai giovani e non che escono e fanno tardi… ci sarebbe mercato anche per un servizio simile ma a questo si oppone il veto dei tassinari.

      Avete fatto la guerra pure ai risciò a pedali perché avevate paura che vi levassero qualche cliente o (come sempre) che ne potesse venire fuori qualche licenza in più.

      Comunque per voi che pone questo problema è un alcolizzato mentre dovrebbe starsene a casa con la sua famiglia come il buon padre di famiglia tassinaro. Ma appunto se il tassinaro se ne vuole stare a casa a fare il “buon padre di famiglia” non è meglio che si trovi un’altro lavoro e lasci quello del trasporto pubblico a chi ha più fame e voglia di lavorare di lui?

      Comunque ho cercato TAXI a Roma su YOUTUBE (non Youporn) e primo video quello di un turista spagnolo a trastevere che lamenta dei due / tre taxi presenti in piazza nessuno li riaccompagna al centro ma tutti vogliono fare solo corse extraurbane http://www.youtube.com/watch?v=3Po3GsRNp8Q denunciamo pure questo…

  43. BUCIARDO ! E ingrato … È per colpa dei giornalisti come te che L’Italia é finita, e non per i tassisti Romani … Sei mai salito su un taxi ? Mi sa che sei quel personaggio che gira per posteggi in cerca di ricevute per essere rimborsato!!! Pezzente

  44. che ridere questi insulti dei poveri tassinari che difendono la loro lobby!
    ma fateci il piacere! dovreste essere un SERVIZIO PUBBLICO non merce per arricchire le vostre tasche e quelle delle vostre cooperative!
    il taxi io l’ho usato in varie situazioni (ahimè) ..non è un servizio pubblico bensì una roba per ricchi e privilegiati!
    invece di insultare il povero luca skill (che non è un giornalista!) perchè non rispondete a delle semplici domande cari tassinari?
    1) perchè non può essere anche qui a roma come a new york o londra?
    2) perchè non volete fare un servizio pubblico vero? invece de intascarvi appalti da quel fascista de alemanno come quello del mese scorso dei servizi sociali?
    3) perchè preferite passare le vostre giornate a leggere il corriere dello sport e sentire le radio romane invece di abbassare il costo delle corse e far si che in questa città ci siano meno macchine in giro e più corse per voi?

    siete una categoria de patetici !

  45. 1 new york e londra centro storico chiuso (a tutti) 2 appalto vinto onestamente da una cooperativa di 4000 tassisti presente in maniera capillare su tutto il territorio. chi lo dovrebbe fare questo servizio secondo te? 3 abbassiamo i prezzi ma i costi di gestione continuano a salire (800 di imps ogni tre mesi la teniamo al minimo perchè a noi piace pensare di avere una pensione di 500 siamo masochisti, 3 4 mila di tasse l’anno, assicurazione di2000 l’anno per fiat idea in9 classe pago la cooperativa per prendere le corse pago l’officina che mi sistema il tassametro pago i carburanti come chiunque altro pago l’officina che mi sistema la radio pago la revisione( tutti gli anni) pago tutte le analisi che vi viene in mente di farci fare pago il corso di primo soccorso obbligatorio devo comprare una macchina ogni quattro anni in più ci sono le ore (passate a sentire la radio come dite voi) di lavoro che andrebbero retribuite). il taxi è publico ma queste spese vanno coperte è una legge di mercato. vi hanno dato 2500 taxi in più e dopo hanno aumentato i prezzi perchè ? te lo dico io altrimenti il tassista non sarebbe sopravvissuto il concetto è che il costo dei taxi grava interamente sulla propria clientela se non lo prendi non ti costa niente(la nostra amministrazione come si dice a roma fà l’omosessuale con il sedere degli altri( nel caso specifico il nostro e quello dei nostri clienti) tenetelo presente quando dite che questo servizio deve essere gestito dal comune andremmo a creare un’altro buco di miliardi di euro per poi essere costretti ad appaltare alle ditte dei soliti noti che tramite i loro inciuci creerebbero altri buchi e via dicendo !!!!! se volete cambiare le cose dovete partire molto più in alto dei tassisti..

    1. Allora il TAXI ha una concessione di servizio pubblico che viene rilasciata a dei privati che devono realizzare questo servizio.

      E’ evidente a tutti che così come concepito oggi il servizio non funziona (inutile ripetere la questione poche licenze per garantire corse sufficienti).
      Per farlo funzionare, per il nostro bene pubblico va effettuata una revisione del servizio totale.

      Bisogna prevedere un servizio che affronta anche le periferie, la notte ecc. che sia parallelo al servizio ATAC che riesca a differenziare le tariffe ecc.

      L’obiettivo di partenza deve essere DIMEZZARE le auto circolanti in questa città, perché sarebbe un’altra città, perché sarebbe un bene comune per tutti.

      Ovviamente queste cose vanno pianificate, prima vanno aumentati taxi, bus, metro, bici e car sharing. Corsie preferenziali, piste ciclabili e zone pedonali, zone a 30 km/h ecc.

      Il servizio Taxi diventa una colonna della mobilità della città, avere un’auto privata deve diventare un lusso, un’eccezione, un piacere personale ma MAI PIÙ una necessità.

      Se pensiamo questo, se i tassinari iniziano a ragionare su questo e non stare arroccati sulla loro classica posizione NON UN NUOVO TAXI, VIA GLI NCC ecc. allora c’e’ speranza di creare una mobilità nuova in questa città

      Cambiare mobilità è inevitabile basta guardare le altre città d’Europa poi lo faremo anche qua. I tassinari che ruolo vogliono giocare?
      Resistere fino all’ultimo dinosauro o proporre anche essi il loro punto di vista verso una transizione ecologica della città?

      Ovviamente la transizione va gestita, va pianificata non possiamo mettere 10.000 nuovi taxi e aspettare che diminuiscano le auto, l’unico modo resta quello di riportare il servizio dal privato al pubblico (assunzione dei tassinari come autisti di auto pubbliche del comune) e negoziare con chi ha dovuto sborsare decine o centinaia di migliaia di euro per la licenza come sistemare le cose. Consideriamo che nelle trattative sulle licenze nuove si è arrivati molto vicino a tutto ciò.

      I tassinari cosa vogliono fare? Resistere e continuare a vedere anno dopo anno aumentare le licenze, aumentare i costi e diminuire le corse fino a ridursi, come è successo per tante altre categorie a dover chiudere e svendere oppure iniziare a pianificare ed immaginare un futuro differente che li vede protagonisti della mobilità urbana?

      Attualmente la posizione della maggioranza dei tassinari romani è quella di difendere il poco che si ha, resistere con ogni mezzo saltando sul carro di questo o quel becero politico tipo Alemanno che per avere i voti di tassinari e famiglie ha poi prodotto questa amministrazione in cui la mobilità ed il vivere a Roma hanno fatto enormi passi indietro.

      In questo senso lo ribadisco attualmente i tassinari romani sono una piaga.

  46. sei patetico, ma vieni a farti un giro con noi, entra in un taxi e vedi la realtà dei fatti… basta farsi 3 corse per fare la giornata? ma da che mondo vieni? Secondo me sei un, figlio di, parente di NCC abusivo di Roma (cioè con targa di fuori ROma)… parli di cose che non sai, ti riempi la bocca di cose che non sai e c’è pure chi ti da ragione, incredibile, viviamo porprio in un mondo fatto di pensieri buttati li solo ad infamare una categoria (che come in tutte le categorie, ha diversi tipologie di persone, simpatici, burberi, antipatici, onesti, disonesti, corretti…. ma pur sempre lavoratori). Poi tassinaro è un dispreggiativo, come dirti Cojone, Impara a vivere e fatti una giornata su un taxi… vuoi sapere il guadagno netto? considera che circa 40E al giorno sono come non guadagnati (assicurazione fra le più alte in circolazione, manutenzione auto ordinaria e straordinaria, tasse – studi di settore, ci obbligano a gare tasse anche quando non guadagni quanto da calcolo di studio di settore, INPS, INAIL, costi carburanti tanto quanto la pagjhi te, solo che te la metti 2 volte a settimana, noi 50 euro ogni 2gg… fatti un calcolo e poi… dai un senso a quello che dici)
    COJONE!!!

  47. Stefano Magatti Aquila Settesette NEW YORK – PIU’ TAXI O MENO TRAFFICO E PIU’ MOBILITA’ ? Strano, o quantomeno anomalo e incoerente, osservare che, spesso capofila di iniziative ecologiche volte alla mobilità pubblica ed ecologicamente compatibile, New York stia pensando seriamente di offrire 2 mila nuove licenze per taxi. Tutto è nato da una considerazione basata su statistiche di tempi di attesa e disponibilità di taxi negli orari più affollati: com’è noto le rush hour a Manhattan sono particolarmente affollate e trovare un taxi libero è quasi un’impresa. E, anche se prenotato o fortuitamente ‘preso al volo’, il prezzo nelle determinate fasce orarie di punta è comunque più elevato. Ma per aiutare i pedoni nella più veloce ricerca di un cab libero, forse l’idea migliore non è quella di aumentarne considerevolmente il nu…mero…. … Perché incrementare il parco vetture equivale all’aumento del traffico, pur se in modo distribuito nella 24 ore della giornata. Questo implica u…n ulteriore rallentamento a tutti gli utenti della strada: quindi agli altri taxi, ai bus e alle auto private dei temerari che si avventurano nell’affollata isola. Con 2 mila taxi in più, la stima degli esperti rivelerebbe un traffico complessivamente più lento a Manhattan del 12%: un dato troppo forte per essere digeribile, specie quando ogni cittadino si augurerebbe soluzioni che possano invece aiutarlo. Rallentare una città come New York in tale misura comporterebbe un danno economico in termini di perdita di tempo stimato a circa 500 milioni di dollari. Il che azzererebbe in soli due anni il maggiore introito della città proveniente dall’asta delle nuove licenze, stimate in 1 billion, cioè in mille milioni. Ma a farne le spese sarebbero più che altro gli utenti. Fonte: Lettera 43

    Legga anche questo: http://www.unicataxi.it/?p=1837

    http://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&frm=1&source=web&cd=3&ved=0CD8QFjAC&url=http%3A%2F%2Fwww.rischiocalcolato.it%2F2011%2F12%2Fliberalizzare-i-taxi-spero-non-facciano-mai-una-cavolata-simile.html&ei=UlcwUdGmAsXQsgaPmIGwDA&usg=AFQjCNE8Jk4AZYACK6F9jH2LJE9qXtENXQ&bvm=bv.43148975,d.Yms&cad=rjt

    http://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&frm=1&source=web&cd=6&cad=rja&ved=0CFMQFjAF&url=http%3A%2F%2Fwww.cgiamestre.com%2F2012%2F01%2Ftaxi-in-italia-i-costi-sono-i-piu%25E2%2580%2599-alti-d%25E2%2580%2599europa%2F&ei=21YwUdyRLI3QsgaGs4HgBw&usg=AFQjCNFapCDvs1pAbmlBJ8H0v0WpZmeU_g&bvm=bv.43148975,d.Yms

    http://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&frm=1&source=web&cd=1&ved=0CDQQFjAA&url=http%3A%2F%2Fwww.youreporter.it%2Ffoto_Tabella_costo_taxi_in_Europa_fonte_Eurotest_2011&ei=L1YwUfrwKsrbswa1qoGICQ&usg=AFQjCNHdycQxy14Ks4vAHO4Idu_1CUioaQ&bvm=bv.43148975,d.Yms

    http://www.latribune.fr/entreprises-finance/services/transport-logistique/20130110trib000741752/pourquoi-les-taxis-pensent-qu-ils-se-font-rouler.htm

    Questo vale per tutta Italia
    http://www.aostaoggi.it/2013/febbraio/27febbraio/news29473.htm

    http://www.unicataxi.it/?p=1773

    http://www.taxistory.it/wordpress/2013/02/27/colonnine-di-chiamata-taxi-al-collasso/

    http://www.ilgiorno.it/varese/cronaca/2013/02/16/846348-varese-malpensa-aeroporto-taxisti-abusivi-sequestrate-quindici-auto-pakistani-finanza.shtml

    http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/91184/golia-alberghi-e-taxi.html

    http://www.romanatassisti.it/wp/il-cavalier-ivano-tassista-e-guardia-del-corpo/

    http://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/2013/02/27/851631-taxi-non-accetta-franchi-svizzeri-pestato.shtml

    http://taxiinitalia.altervista.org/

  48. Ma che cosa sta dicendo questo/a? Mi piacerebbe tanto che venisse qualche giorno con me, per fargli/le vedere come si lavora a Roma e quante ore aspettiamo cliente al parcheggio,,, l’invito e’ valido, vieni a vedere con i tuoi occhi e poi riscrivi l’articolo,,,
    Lucia, tassista di Roma con licenza comprata doo aver venduta l’unica casa che aveva per poter “lavorare”, visto che non riusciva a trovare lavoro!!!

    1. “come si lavora a Roma e quante ore aspettiamo cliente al parcheggio”

      è quello che c’e’ scritto sulla pagina che hai commentato

      A Roma i taxi stanno fermi per ore ai parcheggi, invece di muoversi per la città per UNA LORO SCELTA DI FARE POCHE CORSE AD ALTO PREZZO

      E’ una scelta, a mio parere miope, che probabilmente tre anni fa quando è stata scritta la pagina ancora funzionava.

      Oggi con la crisi che c’è anche quella clientela ristretta che si pensava di avere garantita si sta ulteriormente riducendo e le poche corse ad alto prezzo per molti stanno diventando ZERO corse.

      La categoria dei tassisti avrebbe potuto negoziare da posizioni di forza un ruolo diverso all’interno della mobilità urbana, ha egoisticamente scelto altre strade che se ne fottevano della mobilità a favore del proprio interesse a breve termine e adesso sconta questa scelta sbagliata trasformando i parcheggi taxi in cimiteri degli elefanti.

      Tre/quattro anni fa avevate l’occasione di cambiare radicalmente la mobilità della città. Oggi con la crisi che c’è nessuno penso si dannerà per tutelare i tassisti in crisi, e tantomeno se la mentalità è ancora questa che si legge nei commenti a questa pagina –> tipo: mandate via gli NCC, bloccate le licenze ecc.la vedo difficile che una futura amministrazione vi proporrà di essere protagonisti del cambiamento della città.

  49. PROPOSTA DI RIQUALIFICAZIONE DEL TRASPORTO PUBBLICO NON DI LINEA TAXI

    Dopo tanti anni che il servizio taxi funziona in modo poco efficace e soprattutto non copre in modo capillare tutta la città di Roma, è giunto il momento di riqualificarlo.
    Per prima cosa bisogna togliere la gestione ai comuni, in quanto in evidente conflitto di interessi; affidandola all’ Autorità dei trasporti. Nel Comune di Roma è usato a scopi elettorali ed è molto efficace per l’elezione diretta del Sindaco.Perciò il Sindaco non può essere efficace ed obiettivo nei confronti dei cittadini che degli stessi operatori del servizio pubblico non di linea taxi e n.c.c.
    Anche il servizio per il trasporto disabili che gestisce direttamente il Comune di Roma insieme all’atac che disperdono risorse pubbliche con migliaia di pulmini che costano alla collettività milioni di euro. Servizio che dovrebbero fare i taxi e i noleggi con conducente in quanto abilitati al trasporto pubblico non di linea; il servizio che svolge sia il Comune di Roma con i servizi sociali sia atac è illegale in quanto in contrasto con il codice della strada.
    L’Autorità dei trasporti provvederà quanto prima ad approvare un regolamento unico e delle tariffe massime valide in tutta Italia. Metterà in atto l’extraterritorialità, la libera concorrenza e ricevute automatiche obbligatorie per tutti i taxi.
    Il servizio sarà rinnovato in modo semplice ed efficace, con la formazione di tre distinti gruppi di taxi, che saranno: Il gruppo dei radio taxi, il gruppo dei taxi 060609 e il gruppo dei taxi liberi.Obblighi per ogni singolo gruppo: il gruppo radio taxi potrà essere chiamato soltanto dalla propria centrale radio di appartenenza è potrà sostare liberamente in qualsiasi punto del territorio comunale tranne che nelle postazioni con telefono 060609 ma potrà andare liberamente in porti, aeroporti e stazioni; il gruppo dei taxi 060609 potrà sostare liberamente in qualsiasi postazione taxi con telefono è potrà ricevere chiamate con il nuovo sistema di localizzazione g.p.s oltre a poter andare in porti, aeroporti e stazioni; il gruppo taxi liberi non potrà andare in porti, aeroporti, stazioni e postazioni 060609 a meno che passando siano sprovvisti di taxi, dovranno essere equipaggiati per il trasporto di persone disabili è potranno sostare solo in prossimità di luoghi di cura, in compenso avranno il turno libero potranno pubblicizzare il loro telefono sul taxi ed essere chiamati direttamente. Tutti e tre i gruppi potranno essere chiamati a vista.

    1. Io non ho nulla contro uber, fate pure. Ma guardate che con uber il costo dei noleggi e dei taxi che vi aderiranno salirà visto che uber non e altro che un enorme portierone d’ albergo che sfrutta gli autisti siano essi taxi o n.c.c. chiedendo loro una vera e propria tangente del 25% + i.v.a.

  50. Guarda che stai sbagliando bersaglio, io non sono tassista, ma non è certo con i taxi che devi pensare di risolvere il traffico. Il traffico va risolto con il servizio pubblico, bus, metro, tram e piste ciclabili. Per i prezzi, la tariffa è imposta dai comuni e non è alta se rapportata ad altri paesi europei.
    Il taxi non si muove dalla piazzola perchè immagino che il costo della benzina sia troppo alto per permettersi di girare a vuoto. Del resto basta una telefonata ed arrivano, ed il telefono ce lo abbiamo tutti.
    Le licenze sono contigentate praticamente dappertutto ed una liberalizzazione è effettivamente una follia
    Se il comune vedesse che c’è carenza di taxi può aumentare le licenze, ma se come dici sono tutti fermi non ne vedo il motivo
    I tassisti lo possono fare tutti, vero, anche il capitalista lo possono fare tutti, basta avere il capitale. I tassisti hanno investito e guadagnano più o meno bene.
    Non vedo dove sia lo scandalo

  51. A new york la benzina non costa quasi 2 euro come in questo bel paese di ben pensanti, che spesso sanno solo mettere in piedi discussioni sterili e utili a creare guerre tra poveri.

  52. I tassinari dovrebbero fare piu’ corse a prezzi piu’ bassi, preferiscono una economia di poche corse a prezzi alti, da qui i lunghi periodi di sosta nei parcheggi… comunque in questi giorni un’altra piaga si sta allargando i vigili urbani di Roma appena sollecitati a fare il loro lavoro, sul traffico eh non compiti di PS, sono scesi in sciopero

  53. http://roma.repubblica.it/cronaca/2015/04/03/news/aggredito_da_un_tassista_per_un_parcheggio_anziano_in_terapia_intensiva-111112016/

    Roma, aggredito da un tassista per un parcheggio in centro: ora è in terapia intensiva

    E’ accaduto giovedì in piazza Barberini. Il 64enne aveva lasciato la vettura nel posto riservato alle auto bianche per acquistare delle medicine per il figlio down in auto che ha assistito all’aggressione. Dopo una discussione la violenta reazione dell’autista. L’uomo ora è ricoverato per un femore fratturato, un trauma cranico e una lesione al volto. Il guidatore è stato sospeso. Improta: “Contro di lui sanzioni massime”

  54. Sono passati 5 anni dalla scrittura di questo post. Mi scuso dei toni che poi oggi risultano simili a quelli del deprecabile sito RomaFaSchifo, sostanzialmente però in tutto questo tempo le cose in città non sono cambiate. Sono anzi molto peggiorate.
    Il servizio pubblico è ridotto allo strmo. Autobus semidistrutti girano per strade davvero malandate (anche e soprattutto in centro).
    La metropolitana non regge e malgrado l’apertura del ramo della B verso Conca d’Oro e del primo spezzone della Linea C guasti e disservizi sono continui.
    L’autodifesa del cittadino romano pare sia perlopiù quella di rifugiarsi nel mezzo privato anzichè far saltare tutto questo baraccone di corrotti e corruttori.
    La condizione dei taxi, della polizia municipale, degli autobus e della metropolitana sono diretta conseguenza di una città amministrata solo nell’interesse degli speculatori.

  55. Sono un tassista (da pochi anni) e mi sono imbattuto per caso in questo lungo spazio dedicato ai taxi romani, pieno di inesattezze e luoghi comuni) e vedo che da qualche anno langue… quanto a commenti…
    Ho notato però una temeraria affermazione di Lucaskill del 2014, che dice che i tassisti preferiscono fare corse lunghe e non quelle brevi…e questo sarebbe il motivo per cui sostano per molto tempo nei parcheggi.
    Questa affermazione è ridicola e falsa ecco perché:
    1) i tassisti non possono scegliersi la corsa fanno quelle che gli capitano, io stesso ho fatto corse da 4-5 euro (quando il tassametro appena accesso di solito parte da 3 euro) anche da posteggi centrali, dopo aver atteso 30-40 minuti al posteggio.
    2) il tempo lungo di attesa ai posteggi dipende dalla assenza di chiamate e di clienti (soprattutto in alcuni periodi dell’anno ed in alcuni orari ben noti all’interno dell’anno), secondo dinamiche leggermente diverse da zona a zona della città e da posteggio a posteggio…tali attese diventano drammatiche (per i taxi) in alcuni periodi dell’anno
    3) E’ naturale che, se il tassista potesse scegliere (soprattutto quando non c’è lavoro), preferirebbe fare corse lunghe e più remunerative, a patto però (quando lavoro c’è) di non essere portato in zone “morte”, per poi dover ritornare impiegando ore…ed andando quindi “a pari” con gli incassi di chi magari, nel frattempo, ha fatto 3-4 corse medio-corte, cioè normali…..ma sta di fatto che è il caso, la fortuna e talvolta (rarissimamente) l’intuito del tassista che sceglie dove posizionarsi, a decidere quali corse capiteranno…quindi è irrilevante cosa preferirebbe il tassista

  56. Abito in pieno centro ,possiedo uno scooter e non possiedo la macchina.
    Premetto che non amo generalizzare , a mio parere il taxi a roma è troppo oneroso, per questo esiste una mobilità collettiva ed individuale costituita dai vari servizi di carsharing che,soprattutto di sera ,ti consentono di attraversare la città con cifre attorno ai 5 euro!
    Le alternative offerte dalla diversificazione del “libero mercato” esistono e basta soltanto adottarle, da che mondo è mondo il prezzo di beni e servizi è regolato dall’equilibrio domanda/offerta.
    Mi infastidisce che ALCUNI tassisti abbiano un modo di guidare molto prepotente.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...